Il marketing del turismo passa anche da TripAdvisor

L’avvento di Internet ha comportato il fatto che molte attività si siano spostate parzialmente o totalmente online, non sono sfuggiti a questa regola i principali tour operator e in generale chi si occupa di viaggi e vacanze.
Sempre più infatti i potenziali clienti hanno iniziato a usare la Rete per scegliere e programmare le proprie vacanze e, dipendendo buona parte del fatturato dei tour operator dal B2C (Business to Consumer), gli operatori turistici hanno avuto la necessità di spostare parte, se non tutto, il proprio business online.

Il passaggio all’online si è rivelato fondamentale per la sopravvivenza degli operatori turistici che si sono ritrovati a dover fronteggiare la concorrenza agguerrita di compagnie operanti solo online in grado di offrire viaggi e vacanze a prezzi molto competitivi. Contestualmente alle offerte di pacchetti turistici disponibili su Internet si è sviluppata la relativa attività di marketing turistico per promuovere le stesse attraverso i vari canali che nel tempo si sono resi disponibili.

Rispetto ad anni fa quando il marketing per la promozione di viaggi e vacanze era un’attività prettamente offline (carta, radio e televisioni) si è necessariamente quindi aggiunta un’attività online.
L’evoluzione del marketing per viaggi e vacanze in questo senso è stata notevole ed è radicalmente cambiata sia la comunicazione offline che quella online perché oltre ai classici canali che Internet offre (es: sito web) oggi ce ne sono alcuni di tipo specificatamente turistico, basti pensare a TripAdvisor solo per citarne uno.

Per l’offline a farla da padrone sono sempre i cataloghi, che hanno la duplice funzione di promozione viaggi e aziendale, e i volantini, sempre più raramente si vedono in giro manifesti grandi formati per la promozione di una singola offerta. Una buona tecnica di marketing, molto diffusa, è quella di legare la riconsegna del volantino a uno sconto sul viaggio promosso sullo stesso, magari con un riferimento alla tutela dell’ambiente da parte del tour operator …

E’ comunque un tipo di comunicazione dal rapporto quasi di uno a uno, accade infatti che con il catalogo in mano o volantino che sia il potenziale cliente vada poi a chiedere informazioni direttamente presso la sua agenzia viaggi di fiducia magari al suo amico banconista.

Molto più virale è il marketing online che può essere effettuato attraverso i canali cui prima si è solamente accennato, sempre più l’utente passa gran parte della sua giornata navigando e un attento presidio dei vari canali social a disposizione fa sì che una sola offerta possa raggiungere potenzialmente milioni di persone in pochi istanti.

Facebook, Twitter, ma anche il già citato TripAdvisor e FourSquare non possono non essere presidiati da chi vuole promuovere la propria attività legata al turismo.

>> RICHIEDI INFO

Seguici

Richiedi una consulenza

Compila il form e richiedi una consulenza gratuita. I nostri esperti ti contatteranno il prima possibile.

Lavori

Guarda tutti